ELEZIONIPULITE: ALLA CAMERA LA NOSTRA PROPOSTA DI LEGGE CONTRO IL VOTO DI SCAMBIO

Ieri è approdata in #Aula alla #Camera la nostra proposta di legge denominata ‘Elezioni Pulite’ per impedire il ricorso al voto di scambio, una pratica che viene registrata quasi a ogni tornata elettorale e che non di rado ne ha messo in serio dubbio la regolarità dell’esito.

Senza elezioni ‘pulite’ non c’è #democrazia, per questo vogliamo prevenire le irregolarità e garantire il massimo della trasparenza in tutte le votazioni.

Cabine elettorali pensate per evitare scorrettezze, urne in plexiglass contro i brogli, regole più rigide per scegliere i componenti dei seggi elettorali: l’obiettivo è semplicemente evitare che la volontà dei cittadini non sia inquinata dai soliti faccendieri.

La nostra pdl era stata presentata già nella scorsa legislatura, quando eravamo all’opposizione: adesso abbiamo l’opportunità di realizzarla e applicare così uno strumento che scoraggia il voto di scambio, contrasta i brogli elettorali e quei patti che purtroppo hanno fatto parte, fino ad oggi, della nostra repubblica.

Ecco le novità: 👇

https://www.umbriajournal.com/politica/elezioni-pulite-ciprini-m5s-alla-camera-la-nostra-proposta-di-legge-contro-il-voto-di-scambio-285840/

“Ieri è approdata in Aula alla Camera la nostra proposta di legge denominata‘Elezioni Pulite’ per impedire il ricorso al voto di scambio, una pratica che viene registrata quasi a ogni tornata elettorale e che non di rado ne ha messo in serio dubbio la regolarità dell’esito. Senza elezioni ‘pulite’ non c’è democrazia, per questo vogliamo prevenire le irregolarità e garantire il massimo della trasparenzain tutte le votazioni”.

È quanto afferma la parlamentare in commissione LavoroTiziana Ciprini, che spiega le novità contenute nel testo. “Anzitutto, abbiamo previsto chepresidenti e segretari di seggio non debbano essere stati condannati nemmeno in primo grado per reati di mafia e contro la Pubblica Amministrazione.

Inoltre, gli scrutatori verranno scelti al 50 per cento nella lista dei disoccupati, il resto sorteggiati dall’albo presso i Comuni, con un preavviso altrettanto pubblico di 10 giorni in modo che sia più facile vigilare su questo tipo di sorteggi. Stop – prosegue la deputata – al mercato delle assunzioni nelle aziende partecipate a ridosso delle elezioni. Un posto di lavoro in una partecipata locale è spesso la merce di scambio per ottenere voti: per questo, abbiamo previsto il blocco delle assunzioni nei 60 giorni che precedono e seguono le elezioni comunali e regionali.

Un’altra importante novità riguarda il voto fuori sede, che finalmente viene dato in occasione delle elezioni europee e dei referendum: chi lavora, studia o per ragioni di cure mediche si trova lontano dal luogo di residenza, tramite un avviso, potrà votare presso il proprio domicilio. Anche questa è uguaglianza.

Cambiamenti in vista anche per le cabine elettorali e le urne. In Italia – afferma Ciprini – a differenza di altri Paesi, le cabine elettorali sono chiuse da tutti e quattro i lati: è vero che questo sistema assicura la segretezza ma, al tempo stesso, garantisce la possibilità di manipolare la scheda elettorale. Quindi spazio alle‘cabine europee’ solo con tendine laterali.

L’altro anello debole della catena è rappresentato dall’urna in cui è impossibile, essendo di cartone, vedere se all’interno vi siano schede elettorali già votate, prima dell’inizio delle operazioni di voto. L’adozione di urne trasparenti, impedirà questo tipo di rischio.

La nostra pdl – conclude Ciprini –  era stata presentata già nella scorsa legislatura, quando eravamo all’opposizione: adesso abbiamo l’opportunità di realizzarla e applicare così uno strumento utile alla democrazia che scoraggia il voto di scambio, contrasta i brogli elettorali e quei patti che purtroppo hanno fatto parte, fino ad oggi, della nostra repubblica”.

L’articolo ELEZIONIPULITE: ALLA CAMERA LA NOSTRA PROPOSTA DI LEGGE CONTRO IL VOTO DI SCAMBIO sembra essere il primo su Tiziana Ciprini.



FONTE : Tiziana Ciprini