Distaccamento sedi ARESS e ASSET. Conca: Che senso ha distaccare le Agenzie dai Dipartimenti a cui fanno riferimento?

La Delibera di Giunta n. 781 del 15 maggio scorso  dispone il trasferimento dell’Agenzia per la Salute ed il Sociale (ARESS) da Via Gentile alla sede della Presidenza di Via Nazario Sauro e il distaccamento dell’ASSET, la nuova Agenzia per lo Sviluppo Territoriale, dal corrispondente Dipartimento regionale per andare a comporre Polo delle Agenzie nella sede di Via delle Magnolie a Modugno. Esprime la sua contrarietà il consigliere del M5S Mario Conca.

Che senso ha distaccare le Agenzie dai Dipartimenti a cui fanno riferimento e con i quali dovrebbero lavorare in stretta connessione? La motivazione del trasferimento dell’ARESS sarebbe da rinvenirsi nella volontà di dare attuazione al Modello MAIA dichiara Conca per riformare la macchina amministrativa regionale, ma Emiliano dovrebbe spiegare quale sia la logica che ha portato alla scelta di distaccare dal Dipartimento di riferimento una realtà organizzativa che dovrebbe essere rivolta alla ricerca ed all’innovazione in ambito sanitario e sociale. Vorremmo anche sapere qualcosa in più su questo fantomatico Polo delle Agenzie che giustificherebbe il trasferimento dell’ASSET”.

Tra le motivazioni addotte dal Presidente Emiliano per il trasferimento dell’ARESS vi sarebbe la crescita delle funzioni agenziali, che porterebbe a dotare il nuovo ente di 58 unità di personale nel prossimo quinquennio e di 92 a regime.

Per la realizzazione delle nuove funzioni si chiede Conca – è la Presidenza della Regione la sede più consona ed adeguata o forse ci troviamo semplicemente di fronte all’ennesimo atto di occupazione istituzionale perpetrato dal nostro Presidente? E quando la delega alla Sanità sarà esercitata da un vero Assessore, speriamo presto, che ci farà l’ARESS nella sede della Presidenza della Regione lontana tanto dall’organo politico (assessore) quanto da quello tecnico (Dipartimento) entrambi con sede nella Cittadella della Regione di Via Gentile? Se è un problema di spazi, non sarebbe stato più sensato attendere altri quattro mesi il completamento della nuova sede del consiglio, progettato per ospitare 70 consiglieri regionali, che avrà certamente ambienti liberi e attigui?

La legge regionale n. 29 del 24 luglio 2017 approvata dal Consiglio regionale con la quale è stata istituita la nuova Agenzia per la Salute ed il Sociale prevede che l’ARESS non comporti oneri aggiuntivi per la finanza pubblica.

Come spesare allora – continua Conca 58 persone nel prossimo quinquennio, e 92 a regime, con i tre milioni di euro che costituiscono l’entrata stabilmente riconosciuta alla soppressa ARES dall’ente Regione? Le nuove funzioni attribuite all’Agenzia come l’OTA (Organismo Tecnicamente Accreditante) ed il CRSS (Centro Regionale per la Sicurezza Sanitaria) dalla facile ed immediata quantificazione economica infatti non costituiscono buoni motivi di deviazione dalla clausola d’invarianza finanziaria – conclude – contenuta nell’art.14 della legge con cui è stata istituita l’Agenzia”.



FONTE : MOVIMENTO 5 STELLE Puglia

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi