(Dis)Servizio Pubblico
(Dis)Servizio Pubblico

(Dis)Servizio Pubblico

Il MoVimento 5  stelle di Firenze ha più volte cercato di porre l’attenzione sulla gestione del nostro Patrimonio Culturale, bene comune d’inestimabile valore, da trasmettere alle future generazioni, alle sue problematiche e su quelle degli operatori del settore che  lavorano con passione e competenza in questo settore. Ha organizzato tra l’altro attività e incontri in cui è stata lanciata l’iniziativa10 tweet per il patrimonio culturale“ collaborando con i parlamentari del M5S.

Non è quindi un caso che nel suo programma elettorale abbia dedicato uno spazio assai corposo all’eredità culturale.  

Giovedì scorso (1 Maggio) Servizio Pubblico ha mandato in onda un filmato sugli Uffizi  e noi riteniamo opportuno fare alcune doverose precisazioni.

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/05/01/servizio-pubblico-firenze-speculazione-fuori-dagli-uffizi/277063/

Nel filmato è stato posto in evidenza la deprecabile presenza di “bagarini”, un  preoccupante e disagevole sovraffollamento delle sale e timori sulla conservazione delle opere d’arte.

In esso si espone quanto possa accadere quando si introduce “una gestione manageriale nei poli museali” ultimo dei progetti annunciato pochissimi giorni fa dal Premier Matteo Renzi, in occasione della presentazione dei suoi sensazionali punti sulla “rivoluzione” della Pubblica amministrazione.

Il privato, in questo caso è Civita, che ha la gestione della biglietteria della Galleria e quindi, il profitto derivante dalle percentuali sull’incasso.

http://www.tafter.it/2013/07/09/civita-nella-ragnatela-di-gianni-letta/

http://www.roma5stelle.com/forum/181-valorizzazione-patrimonio-culturale/16047-zetema?limit=6&start=12

Precisiamo, per correttezza, che proprio nelle sale dove sono state fatte le riprese verranno presto adeguati gli impianti di climatizzazione.

Per un’informazione completa, pubblichiamo un’intervista del Direttore Natali ai microfoni di Controradio, al quale riconosciamo il merito di esser riuscito, diversamente da quanto accade in altri grandi musei europei, a tenere aperta la Galleria durante i lavori di adeguamento degli impianti e il restauro delle sale per la realizzazione dei Nuovi Uffizi.( dal min 4.48 il suo commento)

http://www.controradio.it/natali-uffizzi-sono-stato-aggredito-dalla-troupe-di-servizio-pubblico/

http://www.firenzetoday.it/cronaca/apertura-nuove-rinascimento-uffizi.html

Inoltre, gli Uffizi hanno un’estensione 12 volte inferiore al Louvre quindi è inimmaginabile che la Galleria possa accogliere la stessa quantità di visitatori del museo parigino. Cosa che  invece auspicava Philippe Daverio nel corso della puntata, sarebbe devastante! Meglio sarebbe incentivare  i turisti a visitare altri spazi museali.

Sicuramente delle buone politiche, coadiuvate da una miglior organizzazione e promozione del turismo culturale sono  necessarie, se vogliamo favorire importanti opportunità di crescita economica al nostro Paese.

Una gestione dei Beni Culturali virtuosa ed efficiente raggiunta attraverso l’innovazione, la condivisione e l’ascolto delle istanze di tutti gli operatori del settore ed un turismo sostenibile e di qualità sono gli obbiettivi che ci siamo posti e che intendiamo proporre in Palazzo Vecchio. Riteniamo auspicabile politiche culturali che si rivolgano al Patrimonio diffuso nel territorio invece di congestionare le solite mete.

I cittadini non devono vivere il turismo come un’invasione soffocante ma come un’occasione di sviluppo sociale ed economico. La cultura deve offrire relazioni di lavoro dignitose nel pieno riconoscimento della competenza e del talento di ogni individuo.     



FONTE
: MoVimento 5 Stelle Firenze