Diritto della restituzione al contribuente dei pagamenti versati e non dovuti
Diritto della restituzione al contribuente dei pagamenti versati e non dovuti

Diritto della restituzione al contribuente dei pagamenti versati e non dovuti

Diritto della restituzione al contribuente dei pagamenti versati e non dovuti




Presidente del Consiglio
Sindaco
Segretario

Oggetto : interrogazione a risposta scritta. Diritto della restituzione al contribuente dei pagamenti versati e non dovuti.

L’art. 2 punto 3 del «Regolamento per la disciplina IMIS» recita testualmente :
«Qualora il contribuente abbia dichiarato o abbia autonomamente determinato la base imponibile su valori superiori a quelli stabiliti ai sensi del presente articolo , non compete ad esso alcun rimborso relativamente alla maggior imposta conseguentemente versata».

L’art. 27 punto 1 del «Regolamento della disciplina TARI» recita testualmente :
«Il soggetto passivo deve richiedere il rimorso delle somme versate e non dovute entro il termine di 5 anni dalla data del pagamento ovvero dal giorno in cui è stato definitivamente accertato il diritto alla restituzione».

I due regolamenti, entrambi di carattere tributario, trattano il rimborso al contribuente delle somme versate e non dovute in maniera opposta .

Lo scrivente interroga il Sindaco per conoscere se :

– ritiene che il trattamento del rimborso indicato nei due regolamenti tributari sia corretto;
– ritiene truffaldino quanto esposto all’art.2 punto 3 del «Regolamento per la disciplina IMIS»;
– intende confermare quanto espresso dall’art.2 punto 3 del «Regolamento per la disciplina IMIS» e quindi non restituire al contribuente le somme versate e non dovute anche se ne è stato definitivamente accertato il diritto alla restituzione dal giudice o da chi di competenza.

Diffida la S.V. a rispondere entro i termini stabiliti dalla legge anche ai sensi art.328 c.p.

Consigliere M5S Comune di Ala
Angelo Trainotti



FONTE : MoVimento 5 Stelle Trentino