Contributi Amat. M5S all’Ars: “Prima di tutto, presentino il piano industriale”

Di sicilia5stelle:

Ferma restando la necessità del mantenimento dei livelli occupazionali di Amat, occorre vedere chiaro sulle condizioni di bilancio della partecipata ed il relativo piano industriale prima che la Regione Siciliana preveda il contributo”. A dichiararlo sono i deputati regionali del Movimento 5 Stelle di Palermo e i componenti della commissione Bilancio, in merito al contributo chiesto dall’Amat alle casse regionali. “Amat – spiegano i deputati – chiede un contributo tra 7 e 8 milioni di euro all’anno sostenendo che il trasporto pubblico locale su gomma si regge da solo, mentre quello sul ferro è perdente. Ma ad oggi si conoscono i costi dei due trasporti ma non i ricavi poiché il biglietto è unico. Non c’è dubbio che la gestione del tram ad oggi sia perdente ma prima di erogare i fondi che l’AMAT chiede alla Regione, l’azienda dovrebbe mostrare il suo piano industriale. Il rischio è che quel contributo pubblico, serva in realtà a coprire i buchi dell’intera gestione AMAT, quindi non solo del tram o peggio, non vorremmo che nonostante il contributo regionale l’AMAT continuasse a collezionare perdite”.

“Vogliamo vederci chiaro – dicono i deputati – ad oggi il comune di Palermo si è tirato fuori dai problemi gravi di Amat e certamente questo non è da ignorare. Noi vogliamo vederci chiaro e lo faremo insieme ai consiglieri comunali di Palermo che da mesi seguono con estrema attenzione le questioni di Amat e della sua crisi economica-finanziaria” concludono i deputati Ars.




FONTE : sicilia5stelle