CACCIA IN DEROGA VENETO, BENE STOP DELL’ISPRA: ORA CHI CONTROLLA IL RISPETTO DELLE REGOLE?
CACCIA IN DEROGA VENETO, BENE STOP DELL’ISPRA: ORA CHI CONTROLLA IL RISPETTO DELLE REGOLE?

CACCIA IN DEROGA VENETO, BENE STOP DELL’ISPRA: ORA CHI CONTROLLA IL RISPETTO DELLE REGOLE?

Accolgo con grande favore la decisione dell’Ispra che ancora una volta ha bloccato l’inutile tentativo fatto dalla Giunta Zaia di introdurre la caccia in deroga in Veneto per la prossima stagione venatoria.

L’esercizio di questa pratica in Veneto è stato infatti già bocciato dall’Unione europea, recentemente anche con la procedura di infrazione sui richiami vivi, ritenendo di valore assoluto il parere rilasciato dall’Istituto nazionale di riferimento.

Resta però la preoccupazione su chi si occuperà ora di monitorare che queste specie non vengano cacciate: forse la Polizia provinciale, rimasta senza soldi, anche per la benzina, a causa delle scellerate decisioni del Governo? O il Corpo Forestale dello Stato smantellato e confluito nei carabinieri?

Se da un lato la risposta dell’Ispra rappresenta motivo di soddisfazione per la tutela delle specie a rischio, dall’altro conferma la necessità di un’azione più stringente da parte del Governo contro la caccia illegale e l’abuso di deroghe.

Per questo il M5S chiede da tempo l’applicazione di un Piano Nazionale contro la caccia illegale – fermo ancora in Conferenza Stato-Regioni –  e un rafforzamento urgente della vigilanza venatoria in grado di garantire in via effettiva il presidio del  nostro territorio.

Share Button



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: ariannaspessotto#M5S : http://www.ariannaspessotto.it/caccia-deroga-veneto-bene-stop-dellispra-ora-controlla-rispetto-delle-regole/