Buona festa dei lavoratori
Buona festa dei lavoratori

Buona festa dei lavoratori

Coraggio, dobbiamo avere tanto coraggio tutti insieme, prendere il futuro tra le mani e trascinarlo verso qualcosa di diverso, bello, meraviglioso.
Ci hanno sempre ingannato ed è difficile accettarlo, lo capisco, specie se a farlo sono stati gli stessi che il 1° maggio ci organizzano le feste in piazza per ricordare la nobiltà del lavoro.
È sconcertante rendersi conto che proprio quella gente, quei partiti, quei sindacati che sventolano bandiera rossa intonando cori che appartenevano ad un’idea autentica di “lavoro che nobilita l’uomo” siano gli stessi che, in pochi anni, ci hanno tolto tutti i diritti.
L’articolo 18 è solo un ricordo lontano e con esso ogni forma di garanzia lavorativa, chi ha lavorato tutta la vita non riesce ad andare in pensione incastrato dalla legge Fornero che Renzi non tocca, centinaia di migliaia di persone sono costrette a lavorare ogni domenica e festivo sottopagati con buona pace della serenità famigliare, se ciò non bastasse, i dati ISTAT in seguito al Jobs Act ci consegnano, rispetto allo scorso anno, un aumento del tasso di disoccupazione all’11,7% con picchi al sud del 40%, con 7.000 disoccupati in più, 97.000 occupati in meno e 58 mila persone in più che non cercano più nemmeno un lavoro.
Con questo quadro c’è poco da festeggiare, lo so, ma io voglio crederci insieme a tutti voi. Serve uno sforzo in più adesso, uno sforzo prima di tutto mentale, deponete le bandiere e affrontiamo il nemico insieme, a qualsiasi ideologia vi sentiate di appartenere non importa, guardate ai dati reali e alle vostre vite e scegliete da che parte stare, se sceglierete quella di chi vuole liberare il nostro paese, saprete dove trovarci.

lavoro



FONTE : Manlio Di Stefano | Un cittadino in Parlamento