Bagni Pubblici: Come il Verde Pubblico non porta Voti quindi…
Bagni Pubblici: Come il Verde Pubblico non porta Voti quindi…

Bagni Pubblici: Come il Verde Pubblico non porta Voti quindi…

Bagni pubblici chiusi interpellanza al sindaco.

Avendo preso atto, delle continue lamentele di cittadini e visitatori della città, tra i quali i portatori di disabilità, gli anziani, le mamme con bambini;

Avendo verificato il disservizio lamentato, bagni pubblici siti nel centro abitato della città che sono chiusi da qualche tempo, da quelli di via Pertichetti così come quelli annessi al Parco dei Canapè, per non parlare di quelli degli Orti Orfini che son chiusi, insieme al parco stesso;

Costatato che la chiusura provoca un danno hai cittadini residenti, e crea una pessima immagine della città ai turisti e visitatori.

Vista l’importanza che tale servizio ha in termini d’immagine e d’igiene, la cui mancanza induce, di fatto alcuni visitatori o cittadini, ad affidare alla casualità dei luoghi la soluzione delle urgenti necessità di carattere fisiologico;

Ritenendo l’urgente ripristino, indispensabile, al fine di assicurare il decoro della città e la dignità, a chi ha bisogno di usufruire di detti locali, evitando loro di dover elemosinare, (la dove ne trovano) agli esercenti delle attività commerciali, l’uso dei bagni;

Credendo che, per riattivare velocemente e mantenere efficienti queste attività, potrebbero essere impiegati, nell’immediato, disoccupati, utilizzando voucher lavorativi;
Soprattutto perché
Il servizio di toilette pubblica è essenziale sia per i turisti sia per i folignati.

Crediamo che attraverso buoni servizi igienici si faccia anche marketing territoriale.

Dovremmo imitare i Paesi europei, dove è consuetudine che le istituzioni pubbliche offrano ai cittadini e turisti, servizi igienici ben tenuti, spesso accessibili gratuitamente, facilmente individuabili e, generalmente accessibili ai disabili; e inoltre i servizi igienici pubblici comprendono anche un fasciatoio per il cambio dei bebè, un servizio essenziale per i genitori con bimbi piccoli al seguito;

Per limitare i costi si potrebbe ragionare in termini di sussidiarietà tra pubblico e privato per rendere Foligno più ospitale.

Il regolamento comunale prevede, infatti, alcuni obblighi da parte dei gestori dei pubblici esercizi in materia di servizi igienici, ma la soluzione non passa attraverso lo scaricabarile tra pubblico e privato, bensì attraverso l’integrazione delle due risorse, il pubblico e il privato insieme per offrire un servizio migliore sia a chi abita sia a chi si trova a passare in città; occorre a nostro giudizio un’azione sinergica e congiunta.

Poiché crediamo nell’importanza di questo servizio per rendere più ospitale la città.
Abbiamo intanto chiesto al Sindaco

Perché, in una zona della città centrale per accoglienza turistica, i servizi igienici pubblici menzionati siano in questo periodo ancora chiusi?
Quali lavori di sistemazione/ripristino sono stati previsti?
Quando è prevista la loro riapertura?
Nel periodo di chiusura è stato previsto il noleggio di bagni chimici mobili?

Gruppo consigliare 5stelle Foligno



FONTE : Foligno 5 Stelle