ATA, Sanremo e il Sindaco di Savona.
ATA, Sanremo e il Sindaco di Savona.

ATA, Sanremo e il Sindaco di Savona.

In merito al mancato affidamento ad ATA, la multiservizi controllata dal Comune di Savona, per la gestioni dei rifiuti nel Comune di Sanremo grazie alla bocciatura in seno al Consiglio comunale e dalle obiettive e corrette osservazioni del M5S di Sanremo che sosteniamo, vediamo che il Sindaco Berruti continua a non accettare le critiche su di essa ed anzi rilancia minacciando querele e provvedimenti verso altro organo. Ma non è la prima volta, tant’è che anche nei consigli comunali di Savona, non appena si tocca l’argomento si riprende dal suo abituale torpore e si scaglia contro chiunque. Eppure dimentica un aspetto che magari sfugge, forse non coglie ma il “core business” dell’azienda è la gestione dei rifiuti. E, su quella, siamo il fanalino di coda della regione, e la regione è il fanalino di coda del Nord Italia. Allora noi dobbiamo capire: la strategia è condurre una gestione dei rifiuti fallimentare attendendo l’arrivo dei “privati” che tutto possono e tutto risolvono nel nome della loro “graziosa” disponibilità oppure vogliamo concentrarci a rendere efficiente ATA e dedicarci a fare bene dove oggi facciamo male?

Come è stato già detto e noi ci permettiamo di ribadirlo, le scelte efficaci per i cittadini si fanno sulla base dei numeri e i numeri, oggi, ci dicono che ATA non è pronta per la raccolta differenziata con l’obiettivo cui anche le direttive europee spingono, sulle quali peraltro la regione Liguria è costantemente a rischio sanzioni. I saggi dicevano di non fare il passo più lungo della gamba, noi invitiamo alla stessa attenzione e ribadiamo che l’unica strategia vincente è quella di puntare tutto sulla raccolta differenziata e quanto ne consegue. Su questo ci dobbiamo concentrare e sulla base di questo si potranno valutare i risultati.

FONTE: : http://www.savona5stelle.it/2014/11/ata-sanremo-e-il-sindaco-di-savona/