Anche al Senato è arrivato il momento del taglio dei vitalizi

di Gianluigi Paragone

Anche al Senato è arrivato il momento del taglio dei vitalizi. A fine agosto la presidente Casellati lo aveva detto al telefono al nostro capogruppo Patuanelli, anche perché era stata sollecitata da una sua dichiarazione. Patuanelli lo ha raccontato sul Fatto Quotidiano proprio domenica scorsa. Con la ripresa dei lavori di settembre, parte il tavolo di vitalizi. Da inizio agosto abbiamo già il parere del Consiglio di Stato che è una conferma importante. I vitalizi si possono tagliare con provvedimento del Consiglio di Presidenza del Senato. Altro che “non si può fare”, “sono diritti acquisiti”, etc. etc.

Ora, noi abbiamo questo bel tavolo del Consiglio di Presidenza del Senato. C’è la presidente Casellati, Forza Italia, che ci ha garantito che lei vuole tagliare i vitalizi. Con lei poi ci sono altri componenti di Forza Italia. Pensate che uno dei loro esponenti più autorevoli, il Presidente dell’Europarlamento Tajani, ha recentemente devoluto in beneficienza la sua pensione da ex-vicepresidente della Commissione Europea, quindi un bel gesto, coerente con il taglio dei vitalizi. La Lega poi è nostra alleata, ci ha già detto di si, e alla Camera, quindi ci ha aiutato.

Il PD nella scorsa legislatura aveva presentato il ddl Richetti, quindi volete che non sia d’accordo a tagliare i vitalizi? Insomma, ci aspettiamo una sostanziale unanimità per dire bye bye a questo privilegio. E anche le altre minoranze sicuramente rappresentate al tavolo non possono che essere d’accordo.

Adesso si terrà un’audizione del presidente dell’INPS, Boeri, soprattutto per i coefficienti di ricalcolo, poi si potrà esaminare e approvare la delibera. La data da fissare nel calendario è il 1 gennaio 2019. Quel giorno, grazie a un impegno senza sosta del MoVimento 5 Stelle, finalmente i vitalizi saranno andati in pensione!

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it



FONTE : Il Blog delle stelle