AIRE amore mio! Il PD e il MAIE riscoprono un amore stagionale!
AIRE amore mio! Il PD e il MAIE riscoprono un amore stagionale!

AIRE amore mio! Il PD e il MAIE riscoprono un amore stagionale!

FONTE : Lastampa.org

Venghino signori venghino … e’ arrivato l’arrotino … ogni tanto si senton risuonare nell’aria sempre le stesse parole e campane. Razzetti giapponesi che volano in cielo, aprite le finestre che escono le cazzate!

Ho letto l’articolo uscito sul fattoquotidiano e non si può non rispondere e far vedere come il deputato del Partito Democratico tale Marco Fedi vuole ricordare gli italiani all’estero che bisogna iscriversi all’AIRE per evitare la doppia tassazione.

Premesso che questa cosa è solo parzialmente vera, il motivo vero per cui lui chiede e si interessa così tanto e solo ora dopo anni che sta in parlamento è semplicemente il fatto che se si è iscritti all’AIRE si può andare a votare ecco la vera ragione della sua preoccupazione. Infatti e’ la prima cosa che dicono nell’articolo stesso. Se il tema dell’articolo erano le tasse ma com’e’ che la prima che ricordano e’ il poter votare!

Ma secondo voi a Marco Fedi del Partito Democratico che per cinque anni non ha fatto un bel nulla frega, veramente della doppia tassazione, che e’ solo eventuale, degli Italiani? Per cortesia non facciamo ridere! Si sente odore di elezioni e c’e’ bisogno di visibilità e voti. Ogni appiglio e’ buono per finire sui giornali.

Sono dei disperati della politica e vanno dal Partito Democratico passando per il MAIE arrivando a tutti gli altri partiti e partitelli esteri a sei mesi dalle elezioni hanno scoperto che è importante iscriversi all’AIRE ma guarda un po’ e tutti quanti adesso saltano fuori volendo fare e le filippiche agli italiani all’estero scrivere, parlare e straparlare prima lo ha fatto il MAIE di Merlo e adesso il PD con Marco Fedi fanno francamente ridere.

Allora sono cinque anni che questi personaggi si trovano al parlamento italiano adesso che si avvicinano le elezioni diventano magicamente di loro interesse gli italiani e mi raccomando che si iscrivino all’AIRE cosi possono usufruire del credito d’imposta ma chi vogliono prendere in giro?! Perché non sono usciti con articoli e viaggi in giro per mezzo mondo anni fa quando la cosa era sempre valida?

Quando la politica diventa un lavoro e una barzelletta allora per mantenere il proprio status come nel caso del Partito Democratico con Marco Fedi e cosi come nel caso del deputato tale Merlo con il suo pseudo movimento italiani all’estero allora succede che si fa leva e uso della cosa pubblica per ricordare ad momentum quello che invece gli italiani dovrebbero fare sempre ogni volta che stanno fuori per più di 12 mesi, cioè iscriversi all’AIRE.

Altra cosa importante il Movimento 5 Stelle sta studiando la possibilità che da 12 mesi si portino a 6 mesi, ma non per ramazzare voti, ma per mettere ordine a un settore che e’ usato dai politici italiani all’estero.

I politici italiani, siano essi esteri o residenti nel bel-paese, non perdono mai l’occasione di fare la figura dei beoti e come in questo caso si riconfermano in tutta la loro interezza veri uomini che pensano a se stessi e per nulla statisti.

Diciamoci la verità di statisti veri e propri che si occupano del paese e dei problemi dell’italia che sono veramente infiniti oggi ne sono rimati veramente pochi, pochissimi e quelli che dovrebbero essere gli esperti del settore, li da 40 anni, in realtà hanno mandato in vacca il paese.



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: Lastampa.org