Consiglio comunale ottobre 2014: acquisizione caserma Bochard al patrimonio comunale e acqua pubblica

By Luca Salvai

Il Consiglio comunale di ottobre è stato convocato per i giorni 28 e 29 ottobre 2014 alle ore 20.00. I Tra i temi più sentiti l’acquisizione della Caserma Bochard al patrimonio del Comune, la riconversione di SMAT in azienda consortile di diritto pubblico e la transazione con la società Atradius per una vicenda leata alla mancata realizzazione di opere di urbanizzazione.

Di seguito l’ordine del giorno e i testi delle delibere.

Comunicazioni del presidente, del sindaco e dei consiglieri.

Commemorazione dell’ex sindaco sig. Aurelio Bernardi.

Approvazione del verbale della seduta consiliare del 29/9/2014

Trasferimento fondi al CISS di Pinerolo per funzioni socio assistenziali. Approvazione quote anno 2014.

Allegati delibera CISS

Monetizzazione delle aree destinate a standard Urbanistici per interventi edilizi. Applicazione dell’art. 21 comma 4 bis della l.r. 5677

Approvazione proposta conciliazione economica tra città di Pinerolo e società Atradius per la mancata realizzazione del ponte sul torrente Lemina

Allegato delibera Atradius

Conferma della richiesta di trasferimento di parte della caserma Bochard di San Vitale di viale Cavalieri d’Italia – parte non vincolata

Approvazione dello schema dell’accordo di Valorizzazione e trasferimento di parte della caserma Bochard di San Vitale di viale Cavalieri d’Italia ai sensi dell’art. 5 c. 5 del d.lgs. 85/2010 (c.t. fg.50 nn. 105 e 1129 gia’ nn. 105 parte e 180), immobile oggetto di tutela ai sensi del d.lgs. 42/2004.

Approvazione convenzione per la gestione del servizio di tesoreria comunale

Allegato delibera Tesoreria

Estensione delle garanzie fideiussorie concesse all’accademia di musica per il finanziamento dei lavori di ristrutturazione del fabbricato di via Giolitti 7

Proposta di deliberazione presentata dai consiglieri sigg.ri Salvai e Canal relativa alla trasformazione di smat spa in azienda speciale consortile di diritto pubblico

Costituzione di parte civile del comune di Pinerolo nei procedimenti penali per femminicidio e atti di violenza nei confronti delle donne e dei minori. Atto d’indirizzo.

Interrogazione presentata dal consigliere sig. Canal relativa ad abusi edilizi in via rivetti.

Interrogazione presentata dal consigliere sig. Canal relativa all’illuminazione pubblica.

FONTE:: http://www.pinerolo5stelle.it/blog/?p=2330

(34)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

AAA Donazioni cercasi per alluvione Genova

By Stefano De Pietro

(di Paolo Putti – portavoce M5S Genova) Carissimi, 12 giorni dopo l’alluvione la situazione è questa. I CITTADINI hanno faticato con pale e secchi, senza sosta né colori. Con il solo obiettivo di far rialzare la testa alla nostra città. I VOLONTARI sono arrivati da tutta Italia. Una solidarietà ed un aiuto impagabili. Un abbraccio …

Continua la lettura »

FONTE:: http://www.genova5stelle.it/aaa-donazioni-cercasi-per-alluvione-genova/

(24)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Una serata con Claudio Cominardi

By UFFICIO STAMPA

cominardi 1-thumb-600x337-39683

ore 19,30 “Claudio forse ho sbagliato i calcoli non ci stiamo nel locale” ” Mariella l’unica soluzione è uscire all’esterno…” la minaccia “non ti lasciamo andare a casa fino a che non ci dai qualche news sul job act…..” cominardi 3-thumb-600x337-39688 Cominardi tra sè e sè ” maaaa questo non la smette mai di parlare?…” cominardi 4-thumb-600x337-39690aperitivo all’esterno a metà ottobre… cominardi 5-thumb-600x337-39692 rimangono tutti fino alla fine …cominardi 6-thumb-600x337-39694 dopo che abbiamo estorto a Claudio qualche indiscrezione, verso mezzanotte ci congediamo con la solita foto in stile curva nord cominardi 7-thumb-600x337-39696 Ho voluto raccontare questa serata usando questo stile foto storia con un po’ di umorismo, in realtà è stata una serata piena di contenuti, ringrazio Claudio Cominardi deputato m5s alla camera, ha usato con noi una pazienza incredibile, rispondendo a tutte le domande con disponibilità, anche a quelle che potevano rivelarsi scomode, siamo riusciti a tenere la discussione sempre sull’argomento, il fatto poi di stare seduti tutti insieme allo stesso tavolo per un aperitivo, ha dato l’opportunità a tutti di portarsi sullo stesso piano e quindi di togliersi un po’ di curiosità, visto che non capita spesso a noi comuni cittadini, di passare una serata in compagnia di un portavoce nazionale.

Consigliere Comunale Alan Vassalli

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/scanzorosciate/2014/10/una-serata-con-claudio-cominardi.html

FONTE:: http://bergamo5stelle.it/2014/10/24/una-serata-con-claudio-cominardi/

(30)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

M5S Salerno, urbanistica partecipata: sabato 25 al centro sociale presentazione progetto di riqualificazione dell’area del bocciodromo a Santa Margherita

By Davide Gatto

“Un’altra Salerno è possibile”: sabato 25 ottobre, alle ore 11, presso il Centro Sociale di Pastena, il Movimento 5 Stelle Salerno presenta il progetto di riqualificazione dell’area del Bocciodromo di Santa Margherita.
Il progetto, che nasce dall’idea di “urbanistica partecipata”, è stato realizzato dal “Gruppo urbanistica” con il contributo dei residenti della zona che da anni lamentano lo stato di degrado dei luoghi, oltre al pericolo di amianto legato alla copertura della struttura del bocciodromo. Il Meet Up Amici di Beppe Grillo Salerno ha affrontato il problema nel seguente modo:
1) Raccolta segnalazione da parte della cittadinanza;
2) Reperimento di documentazione relativa all’area del Bocciodromo (atti di segnalazione pregressi, atti catastali, concessioni, ecc)
3) Studio della documentazione attraverso l’utilizzo di varie professionalità (avvocati, architetti, ingegneri, commercialisti, ecc)
4) Invio di una diffida firmata dai cittadini residenti al fine di ottenere l’intervento immediato da parte degli Enti competenti;
5) Interviste ai cittadini del quartiere interessato per comprendere le loro esigenze e i problemi reali della zona in modo da raccogliere informazioni sufficienti per iniziare una proposta progettuale pianificata solo dai cittadini
6) Protocollazione di una proposta progettuale di riqualificazione urbana dell’area in esame,presso gli Enti interessati ,invitandoLi ad una cooperazione istituzionale volta alla realizzazione della stessa, in un ottica di sviluppo urbano coerente con quanto previsto nell’accordo di partnerariato 2014-2020 siglato dall’ Italia con la Comunità Europea.
Alla manifestazione parteciperanno come ospiti l’architetto Fausto Martino, esperto di urbanistica ed enti locali, e l’avvocato Oreste Agosto, impegnato in diverse battaglie a tutela del territorio e del paesaggio salernitano.
Saranno presenti anche i parlamentari salernitani del Movimento 5 Stelle.

L’articolo M5S Salerno, urbanistica partecipata: sabato 25 al centro sociale presentazione progetto di riqualificazione dell’area del bocciodromo a Santa Margherita sembra essere il primo su Movimento 5 Stelle Salerno.

FONTE:: http://www.m5ssalerno.it/m5s-salerno-urbanistica-partecipata-sabato-25-centro-sociale-presentazione-progetto-riqualificazione-dellarea-bocciodromo-santa-margherita/

(36)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

By Massimo Bombelli

DOMENICA 26 OTTOBRE DALLE ORE 9.30 SAREMO PRESENTI CON IL NOSTRO BANCHETTO ALLA CONSUETA FESTA PATRONALE DI BRUSUGLIO. VI ILLUSTREREMO QUELLO CHE STIAMO E CHE VORREMMO FARE CON LA NOSTRA PRESENZA IN CONSIGLIO COMUNALE. VENITE A TROVARCI NUMEROSI,PORTANDO CON VOI EVENTUALMENTE IDEE E SUGGERIMENTI,E PERCHE’ NO,ESSERE “ARRUOLATI”!!!!!

FONTE:: http://www.cormano5stelle.it/4489/

(0)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

#SfiduciaDay, domenica sei ore no stop per dire ‘no’ a Crocetta. Grillo sul palco alle 20,30

By admin

Pronta la scaletta della manifestazione in piazza del Parlamento a Palermo. Il via alle 16. Spazio a 4 complessi musicali e a una sfilza di parlamentari Cinquestelle nazionali, regionali ed europei. Tra loro anche i volti più noti del Movimento: Morra Taverna, Di Battista e il vicepresidente della Camera Di Maio. Tutto pronto in casa 5Stelle per lo #sfiduciaday, la

FONTE:: http://www.sciacca5stelle.it/2014/10/24/sfiduciaday-domenica-sei-ore-no-stop-per-dire-no-a-crocetta-grillo-sul-palco-alle-2030/

(38)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Che titoli ha il Pd per attaccare il M5S sulla disabilità? Servono altre docce?

By Giulia Di Vita

foto-4

Mercoledì 22 Ottobre abbiamo replicato a un vile attacco, in Aula alla Camera, contro il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, del Movimento 5 Stelle, da parte di una deputata (tra l’altro disabile) del PD riguardo la mancanza di servizi di assistenza alla disabilità, in particolare agli studenti disabili, da parte del comune. La collega Laura Coccia non ha avuto nemmeno la decenza e l’onestà intellettuale di riportare la notizia per intero (ma nemmeno quella di ascoltare la replica), ovvero la protesta legittima delle famiglie e le dichiarazioni del sindaco di un comune che è in dissesto e che sta facendo il massimo, individuando, tra le altre cose, il personale comunale necessario con cui risolvere l’emergenza (ultimo aggiornamento dal comune di Bagheria).

Ecco il video pietoso:

Lo sciacallaggio sul tema della disabilità deve finire. Informo la collega che giusto poche ore prima avevo proprio chiesto, per l’ennesima volta, al SUO ministro Poletti quando avrebbero cominciato a realizzare il piano d’azione sulla disabilità, che sempre il PD ha approvato a Novembre 2013 con tanto di comunicati stampa e celebrazioni varie, e quanti soldi cominceranno finalmente a stanziare. Invito la collega a indovinare la risposta! Mai e zero!

Risposta del ministro Poletti

Trave e pagliuzza?

Ci aspettiamo tutti, a questo punto, la prossima settimana un intervento di fine seduta dello stesso tenore da parte della collega Coccia, contro il suo stesso segretario e presidente del Consiglio, riguardo l’assurdo taglio di 100 milioni al fondo non autosufficienza per cui l’anno scorso ci siamo dovuti sbracciare insieme alle associazioni (le scuse del “non ci sono i soldi” non reggono perchè per lo #sfasciaitalia siete stati in grado di trovare tutti i miliardi necessari).

Appena 2 mesi fa Renzi e il ministro Lorenzin si gettavano, pomposamente e sotto tutti i riflettori, acqua gelata addosso per la ricerca sulla #SLA (e anche in quell’occasione avevamo denunciato tutta l’ipocrisia di quel gesto proponendo delle azioni serie da portare avanti), se avessero detto “questo è tutto ciò che faremo per la non autosufficienza” sarebbe stato più appropriato e sicuramente veritiero. Ma il Pd e la verità sono come due rette parallele. Non si incontreranno mai.

P.S. Visita il sito www.SLAsfida.it e aiutaci a indicare al Governo le azioni da intraprendere per le disabilità gravi e gravissime, come la SLA.

The post Che titoli ha il Pd per attaccare il M5S sulla disabilità? Servono altre docce? appeared first on Movimento 5 Stelle Palermo.

FONTE:: http://www.palermo5stelle.it/2014/10/24/che-titoli-ha-il-pd-per-attaccare-il-m5s-sulla-disabilita/

(25)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Siracusa, Zito (M5S) sul Bilancio: “Ritardo ingiustificato, intervenga la Regione”

By Redazione 5 Stelle

10743717_10205295819537773_33943982_n

Anche quest’anno abbiamo assistito a continui rinvii, a livello nazionale, del termine di deliberazione dei bilanci comunali, dapprima prorogato al 28 febbraio, successivamente al 30 aprile 2014 e quindi al 31 luglio 2014. Viste le richieste da parte dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani, vista la confusione che regna sovrana sulle effettive risorse finanziarie disponibili, a causa delle continue modifiche nei criteri del prelievo fiscale, con Decreto Ministeriale del 18/07/2014, si è proceduto ad un ulteriore differimento al 30 Settembre 2014 per la deliberazione dei bilanci di previsione 2014 degli enti locali.

A Siracusa, sembra che il bilancio di previsione sia ancora al vaglio del Collegio dei Revisori dei Conti e che, ad oggi, non sia stata calendarizzata apposita seduta di Consiglio Comunale, dunque si è ben oltre il termine previsto dalla legge.

Si ricorda che l’approvazione del Bilancio di Previsione, entro il 30/09/2014, è un adempimento obbligatorio, indifferibile ed urgente e che la mancata adozione del documento de quo, nei termini di legge, comporta l’azione sostitutiva dell’Assessorato Regionale alle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica, ai sensi dell’art. 109/bis dell’O.R.EE.LL., approvato con L.R. N°16/1963 e s.m.i. mediante la nomina di un Commissario ad acta, che curi gli adempimenti omessi dall’ente.

In conclusione, chiediamo al Sindaco e all’Assessore al Bilancio se i residui attivi, e quindi le entrate accertate ma non ancora riscosse, possano essere considerati certi o se si debba considerarli residui incerti in quanto giudizialmente controversi e/o di dubbia e difficile esazione o assolutamente inesigibili? Nel porgere distinti saluti, si coglie l’occasione per sottolineare come a Ragusa il bilancio di previsione sia stato approvato entro la data del 31 Luglio.

M5S SIracusa

The post Siracusa, Zito (M5S) sul Bilancio: “Ritardo ingiustificato, intervenga la Regione” appeared first on Movimento 5 stelle Siracusa.

FONTE:: http://www.siracusa5stelle.it/zito-m5s/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=zito-m5s

(34)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Conflitto d’interessi. Messaggio alla Boldrini: “Nessuno tutela la minoranza”

By Riccardo Fraccaro

Le minoranze vengono calpestate con la complicità della Presidente Boldrini! Il M5S ha portato avanti la legge sul conflitto di interessi in quota di minoranza, ma il Governo continua a bloccare scandalosamente il provvedimento. Lotteremo con ogni mezzo per far rispettare i diritti delle opposizioni e contrastare la deriva autoritaria di Renzusconi. Qui il mio … continua

FONTE:: http://www.riccardofraccaro.it/conflitto-dinteressi-messaggio-alla-boldrini-nessuno-tutela-la-minoranza/

(54)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Grotte: sta per scoccare l’ora X

By staff

ornella

Il percorso per la rimozione del Sindaco è ripreso da dove si era bloccato, o meglio, non si è mai arrestato.
Da Roma giungono finalmente buone notizie, buone per i grottesi, un po meno per il nostro primo cittadino, “messo – ufficialmente – in mora” dal M5S nazionale.
Dopo aver lavorato un anno e raccolto diverse decine di provvedimenti poco trasparenti adottati da Sindaco e Giunta, il fascicolo che li raccoglie, inviato a Roma e a Palermo, inizia a produrre i suoi effetti.

Nei giorni scorsi è infatti giunta a Grotte – mittente Senato della Repubblica – una richiesta di spiegazioni indirizzata al Sindaco Fantauzzo, al Presidente del Consiglio Antonio Carlisi e al Revisore dei Conti e relativa ad “alcune segnalazioni di irregolarità compiute dall’amministrazione di Grotte”, irregolarità prontamente denunciate dal nostro Movimento, e che risultano – come si legge nel documento – “prima facie in gran parte fondate”.

Il M5S locale ha preso un impegno con i cittadini di Grotte, che è quello di mandare a casa questa amministrazione, inefficiente e inadeguata, e di tornare presto a votare.

Il documento, che porta la firma della Senatrice Ornella Bertorotta, sollecita gli organi comunali a fornire risposta scritta ad alcune istanze di accesso civico presentate dal Movimento 5 Stelle e regolarmente ignorate dall’amministrazione Fantauzzo.

NELLE PROSSIME ORE PUBBLICHEREMO IL TESTO INTEGRALE DELLA MISSIVA

FONTE:: http://www.grotte5stelle.it/grotte-sta-per-scoccare-lora-x/

(43)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Meetup Palermo – Tavola rotonda “Oltre l’Oreto nasce il turismo”

download

“Oltre l’Oreto nasce il turismo”

E’ il tema della tavola rotonda organizzata dagli attivisti 5 stelle della seconda circoscrizione di Palermo per valorizzare i beni naturali ed architettonici della zona.

L’appuntamento è per lunedì 27 ottobre a partire dalle ore 17.00 presso l’hotel Villa D’Amato in via Messina Marine a Palermo con le associazioni di categoria, tour operator e gli assessori dell’amministrazione comunale.

La giornata si inserisce nel quadro delle attività pensate per far decollare il turismo in città, che a marzo avevano visto un prologo con un viaggio immaginario alla riscoperta di pezzi di storia, come il Cippo dei decollati, il ponte dell’Ammiraglio, la chiesa di San Giovanni dei Lebbrosi, fino ad arrivare al Castello Maredolce.

FONTE:: http://www.sicilia5stelle.it/2014/10/meetup-palermo-tavola-rotonda-il-27-ottobre-per-promuovere-le-bellezze-della-seconda-circoscrizione/

(68)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Siamo gli unici in Ue, insieme a Paesi dell’Est, a non avere democraziadiretta senza quorum!

By Riccardo Fraccaro

Siamo gli unici in Europa, insieme a pochi altri Paesi dell’Est, a non avere strumenti di democrazia diretta senza quorum! Mentre Renzi vuole imporre le controriforme incostituzionali, il M5S ha chiesto l’audizione di esperti in materia per promuovere la partecipazione attiva dei cittadini ai processi decisionali. Qui l’intervento di Paolo Michelotto in 1a Commissione.

FONTE:: http://www.riccardofraccaro.it/siamo-gli-unici-in-ue-insieme-a-paesi-dellest-a-non-avere-democraziadiretta-senza-quorum/

(58)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Email al Presidente della Provincia Daniele Bosone a proposito di un recente inc…

By Movimento 5 stelle Casorate Primo PV

Email al Presidente della Provincia Daniele Bosone a proposito di un recente incidente sulla SP11 “Siamo sempre Noi . Si ricorda quelli che sono venuti con le firme di 500 o più cittadini per la SP11.
Siamo del Movimento 5 Stelle di Casorate . Si ricorda… eravamo in cinque e Lei e l’Assessore Visponetti?
Che ci raccontava che le aziende che lavorano per la Provincia di Pavia non possono usare l’asfalto liquido.
Ricorda che noi abbiamo cercato di capire le vostre difficoltà? Si ricorda le promesse che avete fatto ai cittadini di Casorate?
Si ricorda questa foto e il clima cordiale.?
Adesso le spedisco delle foto meno allegre di quella sopra di un incidente accaduto questa settimana
per una minuscola buca. Una delle tante che non avete sistemato. Come promesso.
Si ricorda di rispondere alle nostre Mail? perché le ultime due non hanno avuto risposta.
Si ricorda del clima cordiale e della comprensione reciproca?
Si ricorda di me sono quello più alto. Quello che adesso, mi perdoni,
visto che nemmeno rispondete, comincia ad avere il presentimento
di essere stato sempre preso per il culo.
Come gli altri cittadini. Ma la speranza è l’ultima a morire. Speriamo quindi che in questo periodo
siate semplicemente molto impegnati e che torneremo a sentirci per risolvere il problema.
Perché un uomo vale quanto vale la sua parola.

Cordiali saluti

Rosina Massimo


FONTE:: http://www.casorate5stelle.it/?p=7170

(41)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Superamento patto Tremonti-Tondo. Bianchi (M5S): «Ennesima boutade mediatica della giunta Serracchiani»

By Cristian Sergo

“Grande vittoria della Serracchiani! Per soli 350 milioni in 4 anni ha abdicato su tutti i fronti, rinunciando a tutte le rivendicazioni cui la nostra Regione poteva legittimamente aspirare: niente più reclami sulle indebite appropriazioni da parte dello Stato sugli aumenti Iva; nessuna possibilità futura di aumentare la gestione in autonomia di materie strategiche per il Friuli Venezia Giulia; zero accenni alla quota Irpef degli statali che lavorano in Regione. Ecco come la giunta regionale fa finta di superare il cosiddetto “patto Tremonti-Tondo e difende la specialità regionale».

La portavoce del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale Elena Bianchi boccia senza appello questa operazione di facciata che, in realtà, non è altro che l’ennesima boutade mediatica della giunta Serracchiani.

“L’esecutivo regionale parla di “un’operazione complessiva che vale 825 milioni di euro” – aggiunge Bianchi -. Eppure una frase sibillina dell’assessore Peroni lascia più di qualche dubbio su che tipo di bilancio sia stato approvato l’anno scorso. L’ex rettore dell’Università di Trieste ed ex consigliere della Banca d’Italia afferma che in Regione si potranno spendere ottanta milioni di euro in più ogni anno, per i prossimi quattro anni, risorse “che permetteranno già in questi ultimi mesi del 2014 di anticipare il raggiungimento degli obiettivi di governo che ci eravamo dati, senza ricorrere a rinvii tecnici”. Peroni vuole forse dire che finalmente abbiamo trovato le risorse economiche per attivare il reddito minimo garantito che la Serracchiani aveva promesso ai cittadini in campagna elettorale?» si chiede la portavoce M5S.

“E ancora: in questa partita come si collocano gli 87 milioni di euro già inseriti in tabella nella legge di Stabilità nei prossimi tre anni? Dovessero essere conteggiati anche questi si arriverebbe a un risultato “davvero eccezionale” – sottolinea in modo sarcastico Elena Bianchi -: uno sconto totale di appena 160 milioni di euro. Un vero trionfo per la “zarina” del Friuli Venezia Giulia nonché “braccio destro” del velocissimo premier Renzi».

FONTE:: http://www.movimento5stellefvg.it/superamento-patto-tremonti-tondo-bianchi-m5s-ennesima-boutade-mediatica-della-giunta-serracchiani/

(39)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

“A me non piace la cultura razzista. Per questo non mi piace il razzismo di trop…

By Movimento 5 stelle Casorate Primo PV

“A me non piace la cultura razzista. Per questo non mi piace il razzismo di troppi zingari e quello di tanti Cinesi.”

Rosina M.Questo Post è personale non del M5S di Casorate. Siccome su questi argomenti nessuno ha verità assolute Mi piacerebbe si aprisse un dibattito. Senza insulti senza commenti beceri.

“A me non piace la cultura razzista. Per questo non mi piace la cultura razzista di troppi zingari e quella di tanti Cinesi.” Lo so. Le generalizzazioni sono pericolose e le due comunità sono etrogenee e varie. Vediamo di chiarire.
Cominciamo dai ROM “Zingari”. Quale meravigliosa cultura obbliga le donne, le bambine e i bambini a chiedere l’elemosina lungo le strade in condizioni penose? Quale meravigliosa cultura accetta la violenza sulle donne in ambito domestico come “normalita”? La sinistra ipocrita ha parlato sempre “cultura ROM”. La maggioranza delle comunità zingare considerano Inferiori tutte le popolazioni che le ospitano. Molte di loro considerano poco furbe le persone che lavorano. Riporto un brano di un articolo di Chiara Crepaldi dal sito

FONTE:: http://www.casorate5stelle.it/?p=7172

(37)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

5 giorni a 5 stelle: i portavoce M5S in piazza!

vox_sorial.jpg

Buona visione, e ricordate di mostrare il TG del MoVimento, 5giornia5stelle, ad amici scettici e parenti poco avvezzi alla Rete. E’ sufficiente collegare il monitor alla TV!

“Tanti i temi caldi questa settimana, e una piccola sorpresa: Vox Populi, la nuova rubrica che vede le nostre telecamere i nostri portavoce per le strade di Roma, a intervistare i cittadini sui temi dell’attualità politica. In Parlamento e fuori, unici nel panorama politico italiano, abbiamo tanto parlato di TTIP, il trattato europa-USA che sta per essere firmato e che influenzerà moltissimo la nostra vita. In aula ne hanno parlato Filippo Gallinella e Carlo Martelli Un’altra delle nostre battaglie è quella sul pessimo decreto SbloccaItalia. Patrizia Terzoni ci spiega a che punto siamo, e quali rischi corriamo tra trivelle e inceneritori. Con la fiducia, al Senato, è stata approvata la riforma della Giustizia: ce ne parlano Alfonso Bonafede e Maurizio Buccarella. Di conflitto di interessi se ne parla da vent’anni. Sembra proprio che tuttora non sia una priorità: solo il M5S lo ha finalmente portato in aula, ma Renzi lo blocca con il solito muro di gomma che va avanti da sempre. Il Patto del Nazareno colpisce ancora! La nuova vicecapogruppo Dadone ci racconta lo stato dei lavori. Nel solco della democrazia diretta, proseguono i confronti con il settore delle forze di sicurezza. In settimana il M5S ha incontrato la guardia forestale, a Luigi Di Maio il compito di raccontarci come stanno proseguendo i lavori. Infine, Parlamento in Piazza: vi raccontiamo gli incontri dei portavoce nelle agorà in tutta Italia, e vi ricordiamo gli appuntamenti più importanti del prossimo weekend.” M5S Parlamento

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

FONTE:: http://www.beppegrillo.it/2014/10/5_giorni_a_5_stelle_i_portavoce_m5s_in_piazza.html

(47)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Chi conosce il TTIP?

By Mara Murino

ttip

Parliamo del TTIP, ovvero il trattato di libero scambio in corso di negoziazione tra Europa e Stati Uniti. Di cosa si tratta nello specifico?

Le trattative sono condotte nella più completa segretezza anche nei confronti del Parlamento Europeo, unica istituzione a Bruxelles eletta direttamente dai cittadini. Gli eurodeputati del M5S e di altri gruppi parlamentari europei chiedono da mesi più trasparenza senza ottenere risposta. In condizioni analoghe sono anche i colleghi del Congresso americano.

Quello che finirà sugli scaffali dei supermercati, e sulle nostre tavole, dipende da un trattato oscuro e misterioso. Contro cui stiamo lottando da mesi.

Nuova azione del M5S contro il Transatlatic Trade and Investment Partenership, meglio noto come TTIP, l’accordo di libero scambio commerciale tra USA e UE che potrebbe compromettere la qualità del nostro agroalimentare. A rischio anche altri settori strategici per l’Italia, dal manifatturiero al tessile, passando per la gestione dei beni e servizio fondamentali come quello idrico e sanitario.

I nostri appelli sono rimasti finora inascoltati, e anzi la volontà del Governo pare quella di accelerare, durante il semestre di presidenza europea, sugli accordi commerciali tra USA e UE, ritenendolo un passaggio strategico per l’Europa e Per l’Italia. Noi continuiamo ad esprimere con forza la nostra contrarietà a questo progetto e siamo soddisfatti per la calendarizzazione della nostra mozione che impegna il Governo a rivedere i termini dell’accordo, a tutelare il settore agroalimentare – quello più colpito – e a estromettere dall’accordo beni primari come la gestione dell’acqua pubblica. Così abbiamo detto a margine della discussione in Aula della mozione sul trattato TTIP.

“Siamo qui, ancora una volta, nell’aula di Montecitorio – ha detto Filippo Gallinella, primo firmatario dell’atto – per ribadire la nostra contrarietà al Trattato, che porterà certamente più danni che benefici nel nostro Paese, ma soprattutto per invitare una volta per tutto il Governo alla trasparenza, a riferire al Parlamento l’iter di questo accordo per evitare che, a giochi fatti, l’accordo si abbatta, con tutto il suo peso, sui cittadini senza alcun margine di intervento. Un pericolo che però non sembra essere percepito minimamente dal Governo che anzi guarda al TTIP come una scelta strategica non solo di libero scambio, ma anche culturale, senza capire che questo, specie in un ambito come l’agroalimentare, possa rappresentare un elemento di rischio della perdita della tradizione e della qualità – considerando la differenza nei controlli e nella normativa europea e statunitense”.

Ci auguriamo che i nostri impegni verranno accolti positivamente al più presto così da costringere il Governo ad informare le Camere, e quindi i cittadini, circa i termini e le criticità di questo accordo.

L’articolo Chi conosce il TTIP? sembra essere il primo su MoVimento 5 Stelle Castellammare di Stabia.

FONTE:: http://www.movimento5stellestabia.it/conosce-ttip/

(50)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

#M5S “Oltre l’Oreto nasce il turismo”, tavola rotonda il 27 ottobre in via Messina Marine per promuovere le bellezze della seconda circoscrizione di Palermo

By Samantha Busalacchi

locandina-oltre-lOreto-27.10.14

“Oltre l’Oreto nasce il Turismo”: è il tema della tavola rotonda organizzata dagli attivisti 5 stelle della seconda circoscrizione di Palermo per valorizzare i beni naturali ed architettonici della zona.

L’appuntamento è per lunedì 27 ottobre a partire dalle ore 17.00 presso l’hotel Villa D’Amato in via Messina Marine a Palermo con le associazioni di categoria, tour operator e gli assessori dell’amministrazione comunale.

La giornata si inserisce nel quadro delle attività pensate per far decollare il turismo in città, che a marzo avevano visto un prologo con un viaggio immaginario alla riscoperta di pezzi di storia, come il Cippo dei decollati, il ponte dell’Ammiraglio, la chiesa di San Giovanni dei Lebbrosi, fino ad arrivare al Castello Maredolce.

Tony Gaudesi
Uff. stampa gruppo M5S all’Ars

The post #M5S “Oltre l’Oreto nasce il turismo”, tavola rotonda il 27 ottobre in via Messina Marine per promuovere le bellezze della seconda circoscrizione di Palermo appeared first on Movimento 5 Stelle Palermo.

FONTE:: http://www.palermo5stelle.it/2014/10/24/m5s-oltre-loreto-nasce-il-turismo-tavola-rotonda-il-27-ottobre-via-messina-marine-per-promuovere-le-bellezze-della-seconda-circoscrizione-di-palermo/

(47)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

#Fuoridalleuro per salvare le imprese!

produzione_ita_ger_97.jpg

Chi ha pagato il prezzo dell’euro e chi ci ha guadagnato? Le aziende italiane hanno pagato un prezzo altissimo. Dal 1997, quando l’Italia rivalutò la lira per agganciarla all’ECU (condizione postaci per poter entrare nell’euro) la produzione industriale italiana è scesa del 25%. Nello stesso arco di tempo la produzione industriale della Germania è aumentata del 26%. Come se tutto le industrie del Centro Italia fossero scomparse per ricomparire in Germania. Dall’entrata in vigore dell’Euro il saldo positivo della bilancia dei pagamenti della Germania è uguale a quello negativo dei paesi periferici come Spagna, Italia, Grecia, Portogallo, Irlanda, Cipro. In altre parole è avvenuto un trasferimento netto di ricchezza da periferia a centro con un gioco a somma zero per l’Eurozona nel suo complesso.
Alla perdita di ricchezza si aggiunge la perdita di know-how delle imprese, la perdita di competitività, di prestigio, di competenza. Nel concreto un PIL in caduta libera, un tessuto industriale devastato, una disoccupazione alle stelle, lavoratori non specializzati e salari da fame.
Fuori dall’euro con una sovranità monetaria associata al valore della nostra economia le aziende italiane sarebbero avvantaggiate nelle esportazioni e produrre in Italia diventerebbe più conveniente che produrre all’estero. Rinascerebbero nuove attività, si svilupperebbe il conseguente indotto e si creerebbero posti di lavoro.
I collaborazionisti che hanno permesso questo sfacelo sono gli stessi che vogliono ancora la testa dell’Italia dentro il capestro dell’euro. Il ricatto a cui sottopongono gli italiani è il motivo per cui vengono mantenuti al potere dai burocrati della Troika. Non vogliono uscire dall’euro per preservare il loro potere.
Nel primo semestre del 2014 in Italia 8.101 imprese hanno dichiarato fallimento, il 10% in più rispetto all’anno precedente. In media sono fallite 63 imprese ogni giorno: più di due imprese ogni ora. Non c’è un minuto da perdere! Fuori dall’euro per salvare le imprese!

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

FONTE:: http://www.beppegrillo.it/2014/10/fuoridalleuro_per_salvare_le_imprese.html

(40)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

ANCHE NOI ABBIAMO LA NOSTRA TERRA DEI FUOCHI. LA DISCARICA DI PATERNO, NON È POI COSÌ LONTANA DA SESTO FIORENTINO

By Sergio Scognamiglio

Il Movimento 5 Stelle di Sesto Fiorentino condivide l’iniziativa dei comitati di Vaglia che si oppongono alla realizzazione di una discarica di amianto nella ex cava di Paterno nel comune di Vaglia a pochi km da Sesto Fiorentino.La discarica abusiva di Paterno, è al centro di indagini di un’inchiesta aperta dalla procura di Firenze per traffico di rifiuti pericolosi.L’Arpat e il Corpo Forestale dello Stato hanno prelevato campioni di sabbie accumulate sotto un capannone abbandonato facente parte dell’ex cementificio che dal 2000 non estrae più pietra dalla cava.Sotto mucchi di calce, sostengono i comitati ambientalisti, si potrebbero nasconderei fanghi residui delle concerie di S.Croce sull’Arno che sarebbero stati sversati abusivamente, oltre a materiali di scarto provenienti dai lavori T.A.V.Le ispezioni dell’Arpat, avviate la scorsa estate, hanno intanto rilevato che tra quei sacchi sequestrati, è stata accertata la presenza di “polverino 500 mesh”, una polvere sottile che contiene metalli pesanti come nichel, rame, piombo e cromo e che, per legge, deve essere smaltita come rifiuto speciale.Gli abitanti della zona hanno cominciato a denunciare dieci e più anni fa, odori nauseabondi che provenivano dall’impianto e guarda caso, adesso si riscontra un aumento di malattie tumorali.Nonostante queste denunce, l’allora sindaco di Vaglia, Fabio Pieri, nel 2010 propose alla Provincia di inserire il sito dell’ex cava Paterno nel Piano interprovinciale deirifiuti per accogliere anche rifiuti di amianto. Come se non bastasse…Le polveri contenute nella discarica, oltre a diffondersi nell’ambiente e nell’aria, in caso di piogge s’infiltrano nel sottosuolo nella galleria dell’Alta Velocità che passa a 80 metri di profondità sotto Paterno e si riversano nel torrente Carzola, afferente nella Carza e affluente di destra della Sieve, inquinando le fonti sotterranee diapprovvigionamento dell’acqua potabile di vari comuni tra cui anche quello di SestoFiorentino.L’ 80% di queste acque sotterranee sbuca a Sesto Fiorentino nel fosso accanto al canile, dietro l’ aeroporto, a causa del tunnel dell’alta velocità.Il sindaco attuale di Vaglia, Leonardo Borchi, ha dichiarato alla stampa nello scorso luglio che: “non voglio che succeda come a Palastreto, a Sesto, dove da vent’anni c’è una bomba ecologica di cui nessuno parla»Il mondo è piccolo. Non possiamo far finta di niente. Occorre bonificare tutta l’area della ex cava. Altro che costruirne una nuova…Il Movimento 5 Stelle di Sesto Fiorentino non vuole ritrovarsi come nella Terra deifuochi in Campania o come all’Ilva di Taranto.Ma non si sono ancora saziati i nostri politici di professione nel progettare inceneritori, aereoporti giganteschi e terze corsie autostradali?

Sesto Fiorentino 23 ottobre 2014

FONTE:: http://www.sestofiorentino5stelle.it/2014/10/anche-noi-abbiamo-la-nostra-terra-dei-fuochi-la-discarica-di-paterno-non-e-poi-cosi-lontana-da-sesto-fiorentino/

(57)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

La funzione di controllo esercitata in Consiglio Comunale.

By Nicola Spallanzani

consiglio comunale modena

La ricordiamo, quasi con commozione, la prima interrogazione presentata dal M5S in Consiglio Comunale: era relativa all’assegnazione di un terreno dell’area ex-CNH ad una Associazione Temporanea di Scopo senza consultare il precedente gestore Discovery. Ci fu risposto da parte dell’Assessore Guerzoni di non preoccuparci, era tutto a posto, e si è allargato il discorso sul tema della gestione pubblica degli impianti sportivi.
La recente decisione del Consiglio di Stato sulla vicenda – pur nella sua complessità – rivela che tutto a posto proprio non era…

Poche settimane dopo arrivò in aula una delibera di Giunta per modificare il RUE (regolamento urbanistico edilizio): l’Assessora Vandelli disse che non era pensata solo per i chioschi, bensì era un chiarimento normativo che ne avrebbe agevolato lo sblocco. ll M5S fece notare, come dall’analisi delle carte, sembrava che ci fosse qualcosa che non tornava nell’iter di approvazione. Risultati del dibattito? Il capogruppo Trande apriva le braccia dicendosi stupito che ci potessero essere delle irregolarità, tutti che parlavano della necessità di risolvere rapidamente “l’equivoco chioschi” (qualcuno anche in qualità di attore in commedia), e il solo M5S che cercava – inascoltato – di riportare al centro il tema in esame: una variazione del regolamento urbanistico che non convinceva, innanzitutto, sotto il profilo giuridico.
Se non ritenessimo con sincerità di non avere tutte le competenze di un “tecnico”, il giudizio del giudice Eleonora Di Marco, la quale in questi giorni sostiene che la Giunta e il Consiglio hanno adottato le modifiche violando le norme previste per quelle modifiche, potrebbe sembrare estratto dal nostro intervento in aula!

Potremmo cavarcela con il classico: Noi ve l’avevamo detto, è solo una questione di tempo: chissà su quanti altri temi – da noi sollevati – la Giunta e la maggioranza che la sostengono verranno messi in difficoltà!!!

Ma il punto che interessa davvero al M5S è un altro: una delle funzioni del Consiglio Comunale è quella di controllo, e l’aspetto normativo è decisivo in questo senso. Perché allora i nostri interventi in merito vengono bollati con sufficienza, quasi fossero solo uno sterile ostruzionismo?

Perché la maggioranza che sostiene un Sindaco che ama definirsi “uomo delle regole” ci ha accusati di trasformare la sala del Consiglio in un tribunale?

Il M5S ha agito – e continuerà a farlo – nella convinzione che la verifica puntuale degli aspetti anche sottili del diritto (che l’Assessora Vandelli, in un’altra occasione, ha definito “virgole”) sia fondamentale per evitare ai cittadini tutti i costi – non soltanto economici – che scaturiscono dalle controversie giuridiche. Non ci aspettiamo l’autocritica, qualità di cui il PD sembra non disporre, ne’ una medaglia per aver semplicemente esercitato il nostro ruolo di forza di minoranza, ma auspichiamo una seria e profonda riflessione di Giunta e maggioranza, se non un loro cambio di metodo, soltanto per fare il bene di Modena.

Movimento 5 Stelle Modena

FONTE:: http://modena5stelle.it/2014/10/la-funzione-di-controllo-esercitata-in-consiglio-comunale/

(36)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

SBLOCCA ITALIA: Dell’Orco (M5S): Decreto e nomina Sabattini cementano patto PD e lobby autostrade

By Nicola Spallanzani

Carta bianca ad Autobrennero sul sistema autostradale Emilia Romagna

“Una nomina senza pudore quella di Emilio Sabattini che cementa l’intreccio di interessi tra il partito di maggioranza e i signori delle autostrade” lo dichiara il modenese Michele Dell’Orco, capogruppo M5S in Commissione Trasporti, a proposito dell’incarico ricevuto dall’ex presidente PD della Provincia di Modena alla guida della società per l’Autostrada Campogalliano-Sassuolo “e tutto questo – aggiunge- proprio mentre in aula è arrivata l’ennesima fiducia sullo Sblocca Italia, il decreto che darà in mano il sistema autostradale dell’Emilia Romagna ad Autobrennero, la società capofila di tutti i principali progetti autostradali della Regione, oltre alla Campogalliano-Sassuolo, anche la Cispadana nonché il raccordo autostradale Ferrara-Porto Garibaldi”.
Spiega ildeputato:“Con il decreto sblocca Italia infatti il Governo si sta adoperando per prorogare la concessione scaduta sulla A22 in favore di Autobrennero, senza bando di gara e dunque fuori dalle regole europee e anche a costo di rischiare una procedura di infrazione che costerà nuovi esborsi per i cittadini. Senza questa proroga Autobrennero perderebbe infatti anche l’interesse allarealizzazione delle tratte autostradali dell’Emilia Romagna. Per rassicurare l’azienda inoltre il Governo, con l’articolo 5 bis, ha trasformato la Cispadana da autostrada di interesse regionale ad asse di rilevanza strategicainternazionale”.
“Dallo Sblocca-Italia che, di fatto – chiarisce il pentastellato- è un decreto che mette al sicuro i piani industriali di Autobrennero era rimasta fuori solo la bretella di Campogalliano-Sassuolo ma è stata presto trovata la soluzione: cosa c’è di meglio per garantirsi che nominare un soggetto politico targato PD come Sabattini? D’altronde, già come presidente della Provincia, per dieci anni ha lavorato per portare avanti questo inutile asse stradale senza alcun riguardo peer gli interessi dei cittadini e per la salvaguardia del territorio, ora forse finalmente è nel posto giusto e giocherà a carte scoperte facendo gli esclusivi interessi di Autobrennero e company”.
“Ci tengo infine a ricordare –concludeDell’Orco- che non solo questi assi autostradali non risultano particolarmente utili a livello trasportistico ma che dentro la nuova società guidata da Sabatini oltre ad Autobrennero ci sono le solite note aziende come laPizzarotti spa e la Coopsette, in dissesto finanziario e largamente implicata, tramite la sua controllata Nodavia, nell’inchiesta Tav di Firenze e la cui affidabilità legale e finanziaria è dunque tutta da verificare.

FONTE:: http://modena5stelle.it/2014/10/sblocca-italia-dellorco-m5s-decreto-e-nomina-sabattini-cementano-patto-pd-e-lobby-autostrade/

(36)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

#SfiduciaDay, domenica sei ore no stop per dire ‘no’ a Crocetta. Grillo sul palco alle 20,30

By Samantha Busalacchi

Palazzo Reale (Palazzo dei Normanni), fronte Nord-Est:

Palermo 24/10/2014. Pronta la scaletta della manifestazione in piazza del Parlamento a Palermo. Il via alle 16. Spazio a 4 complessi musicali e a una sfilza di parlamentari Cinquestelle nazionali, regionali ed europei. Tra loro anche i volti più noti del Movimento: Morra Taverna, Di Battista e il vicepresidente della Camera Di Maio.

Tutto pronto in casa 5Stelle per lo #sfiduciaday, la manifestazione che punta a portare in piazza Parlamento domenica prossima i Siciliani scontenti del governo Crocetta e che mira a raccogliere le firme contro il governatore per irrobustire simbolicamente la mozione di sfiducia già presentata all’Ars dai deputati del Movimento.

A parte qualche piccolo punto interrogativo (l’attore Gioè ci sarà se riuscirà a liberarsi di alcuni impegni lavorativi) la scaletta è pronta. Si parte alle 16,00 con l’introduzione dell’ex capogruppo Francesco Cappello e si chiude intorno alle 22,00 sulle note dei “Meganoidi”, il gruppo genovese noto, tra l’altro, per essere stato l’autore della sigla del programma televisivo “Le Iene”.

Il piatto forte alle 20, 30 con l’intervento di Beppe Grillo. In mezzo tanta musica (alle 16,15 gli “Skitzomovimento”, alle 17,30 i “Brigantini”, alle 19,00 i “Vallanzaska”) e gli interventi di portavoce 5 stelle nazionali, regionali ed europei eletti in Sicilia, oltre ai due sindaci Cinquestelle di Bagheria e Ragusa (17,00 Corrao, 17,15 i sindaci Piccitto e Cinque, 18,00 Nuti e Villarosa, 18,15 Catalfo e Santangelo,18,45 Trizzino, 19,45 Zafarana, 20,15 Giancarlo Cancelleri). Introdurranno tutti gli interventi dei portavoce i deputati all’Ars. Saranno della “partita” anche alcuni tra i volti più conosciuti del Movimento, quali i senatori Nicola Morra (16,45) e Paola Taverna (19,30), il deputato alla Camera Alessando Di Battista e il vicepresidente di Montecitorio Luigi Di Maio (20,00).

La manifestazione si terrà a piazza del Parlamento, concessa sul filo di lana dal Comune, fatto, questo, che caricherà di un forte valore simbolico la giornate dei siciliani, che potranno gridare il loro “no” a Crocetta sotto le finestre del Parlamento più antico d’Europa.

In piazza sono attesi non solo attivisti e simpatizzanti Cinque Stelle, ma tutti i Siciliani che vogliono voltare pagina e chiudere una volta per tutte con Crocetta, sempre più ‘Re Mida al contrario’, capace solo di distruggere tutto ciò che tocca. A loro sarà chiesto di firmare, su degli stampati, la simbolica sfiducia al governatore.

“Il Movimento 5 Stelle – dicono i deputati - in questi anni ha dimostrato di essere all’altezza del ruolo che gli elettori gli hanno dato, confermandosi l’unica vera forza di opposizione all’interno del Parlamento regionale. Oggi siamo pronti a diventare l’unica vera forza di governo e questo è il momento di manifestarlo. Partecipare è l’unica cosa che resta a noi cittadini, e dobbiamo esserci tutti, perché altrimenti, nessuno lo farà al posto nostro”.

Firme per staccare la spina al governo Crocetta saranno raccolte nei giorni precedenti e seguenti alla manifestazione anche in tantissime piazza della Sicilia. Una petizione per dire “no” a Crocetta è stata avviata pure on line.

#sfiduciaday

Qui trovate l’evento –> http://goo.gl/yk0Yvo

Dona anche tu –> http://goo.gl/nlQ10x

Tony Gaudesi
Uff. stampa gruppo M5S all’Ars

The post #SfiduciaDay, domenica sei ore no stop per dire ‘no’ a Crocetta. Grillo sul palco alle 20,30 appeared first on Movimento 5 Stelle Palermo.

FONTE:: http://www.palermo5stelle.it/2014/10/24/sfiduciaday-domenica-sei-ore-stop-per-dire-crocetta-grillo-sul-palco-alle-2030/

(61)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

#SfiduciaDay, domenica sei ore no stop per dire ‘no’ a Crocetta. Grillo sul palco alle 20,30

1sfiducia day fronte

Pronta la scaletta della manifestazione in piazza del Parlamento a Palermo. Il via alle 16. Spazio a 4 complessi musicali e a una sfilza di parlamentari Cinquestelle nazionali, regionali ed europei. Tra loro anche i volti più noti del Movimento: Morra Taverna, Di Battista e il vicepresidente della Camera Di Maio.

Tutto pronto in casa 5Stelle per lo #sfiduciaday, la manifestazione che punta a portare in piazza Parlamento domenica prossima i Siciliani scontenti del governo Crocetta e che mira a raccogliere le firme contro il governatore per irrobustire simbolicamente la mozione di sfiducia già presentata all’Ars dai deputati del Movimento.

A parte qualche piccolo punto interrogativo (l’attore Gioè ci sarà se riuscirà a liberarsi di alcuni impegni lavorativi) la scaletta è pronta. Si parte alle 16,00 con l’introduzione dell’ex capogruppo Francesco Cappello e si chiude intorno alle 22,00 sulle note dei “Meganoidi”, il gruppo genovese noto, tra l’altro, per essere stato l’autore della sigla del programma televisivo “Le Iene”. Il piatto forte alle 20, 30 con l’intervento di Beppe Grillo. In mezzo tanta musica (alle 16,15 gli “Skitzomovimento”, alle 17,30 i “Brigantini”, alle 19,00 i “Vallanzaska”) e gli interventi di portavoce 5 stelle nazionali, regionali ed europei eletti in Sicilia, oltre ai due sindaci Cinquestelle di Bagheria e Ragusa (17,00 Corrao, 17,15 i sindaci Piccitto e Cinque, 18,00 Nuti e Villarosa, 18,15 Catalfo e Santangelo,18,45 Trizzino, 19,45 Zafarana, 20,15 Giancarlo Cancelleri). Introdurranno tutti gli interventi dei portavoce i deputati all’Ars. Saranno della “partita” anche alcuni tra i volti più conosciuti del Movimento, quali i senatori Nicola Morra (16,45) e Paola Taverna (19,30), il deputato alla Camera Alessando Di Battista e il vicepresidente di Montecitorio Luigi Di Maio (20,00).

La manifestazione si terrà a piazza del Parlamento, concessa sul filo di lana dal Comune, fatto, questo, che caricherà di un forte valore simbolico la giornate dei siciliani, che potranno gridare il loro “no” a Crocetta sotto le finestre del Parlamento più antico d’Europa.

In piazza sono attesi non solo attivisti e simpatizzanti Cinque Stelle, ma tutti i Siciliani che vogliono voltare pagina e chiudere una volta per tutte con Crocetta, sempre più ‘Re Mida al contrario’, capace solo di distruggere tutto ciò che tocca. A loro sarà chiesto di firmare, su degli stampati, la simbolica sfiducia al governatore.

Il Movimento 5 Stelle – dicono i deputati – in questi anni ha dimostrato di essere all’altezza del ruolo che gli elettori gli hanno dato, confermandosi l’unica vera forza di opposizione all’interno del Parlamento regionale. Oggi siamo pronti a diventare l’unica vera forza di governo e questo è il momento di manifestarlo. Partecipare è l’unica cosa che resta a noi cittadini, e dobbiamo esserci tutti, perché altrimenti, nessuno lo farà al posto nostro”.

Firme per staccare la spina al governo Crocetta saranno raccolte nei giorni precedenti e seguenti alla manifestazione anche in tantissime piazza della Sicilia. Una petizione per dire “no” a Crocetta è stata avviata pure on line.

FONTE:: http://www.sicilia5stelle.it/2014/10/sfiduciaday-domenica-sei-ore-no-stop-per-dire-no-a-crocetta-grillo-sul-palco-alle-2030/

(51)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Il Movimento 5 stelle di Casorate Primo si complimenta e ringrazia l’attuale Giu…

By Movimento 5 stelle Casorate Primo PV

Il Movimento 5 stelle di Casorate Primo si complimenta e ringrazia l’attuale Giunta Comunale per l’intervento di pulizia del fosso in uscita dal depuratore in Località Doria e per l’abbattimento della ciminiera pericolante dell’ex piumificio. Sono due interventi utili alla comunità. Chiesti in passato anche da noi. Sarebbe bello poi se si sostituissero le attuali infestanti con adeguate piante prevedendone lo sviluppo estetico e pratico. Piante (vista la vicinanza al depuratore) con bassi o nulli costi di manutenzione. Farebbero da barriera all’odore degli scarichi.
Speriamo anche che il fosso, da noi pulito vicino alla ciminiera, (quello del parcheggio dell’edicola) sia delimitato da una recinzione e qualche cartello. Purtroppo gli incivilil o usano come discarica! Sarebbe bello anche che tutte le determine, appalti e delibere venissero pubblicate in piazza per mezzo di bacheche pubbliche. In modo che tutti i cittadini possano controllare i criteri di risparmio e assegnazione dei lavori.


FONTE:: http://www.casorate5stelle.it/?p=7166

(29)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Alluvioni: Gibertoni (M5S) “vigileremo sugli impegni presi dal governo”

By Nicola Spallanzani

“Davanti alle tragedie legate alle alluvioni che hanno caratterizzato l’Italia negli ultimi mesi, inclusa quella recente di Parma, il nostro obiettivo è dare un aiuto concreto alle persone che sono state colpite dagli ultimi, disastrosi, eventi atmosferici. E la prima vittoria è stata finalmente di portare il Parlamento a discutere su questi temi” spiega Giulia Gibertoni, candidata presidente del Movimento 5 Stelle alla Regione Emilia Romagna.

“Grazie anche all’impegno propositivo del Movimento 5 Stelle abbiamo ottenuto l’impegno dal Governo per predisporre un piano nazionale di messa in sicurezza del territorio perché ci siano fondi per la prevenzione e la gestione delle emergenze oltre a una ricognizione dei danni e la disposizione di piani di bonifica”.

“Il governo con il voto del Senato ha accolto la spinta propositiva del Movimento 5 Stelle e si è impegnato a prevedere l’esclusione dal patto di stabilità per le opere di mitigazione del dissesto e di bonifica delle aree. Questo consentirà di aprire una linea di credito presso la Banca del Consiglio d’Europa, affinché intervenga in caso di emergenze” spiega la Gibertoni.

“Con una Regione Emilia Romagna a 5 Stelle vigileremo affinchè gli impegni presi dal Governo nazionale in tema di dissesto idrogeologico vengano rispettati” conclude la Gibertoni.

Distinti Saluti

Ufficio Stampa

Giulia Gibertoni
Candidata presidente Emilia Romagna
Movimento 5 Stelle

FONTE:: http://modena5stelle.it/2014/10/alluvioni-gibertoni-m5s-vigileremo-sugli-impegni-presi-dal-governo/

(45)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

NO SAT-3 DAY – Domenica 26 Ottobre, ore 16 – Piazza Dante a Grosseto

By Movimento 5 Stelle Grosseto

Grosseto non ha mai visto tanti parlamentari in piazza, undici portavoce M5S per rispondere alle domande dei cittadini. I cittadini contano, le manifestazioni contano e chi ci governa ne è consapevole. Diversamente non si spiega l’improvvisa trapelanza di indiscrezioni apparse … Continue reading

FONTE:: http://www.grosseto5stelle.it/no-sat-3-day-domenica-26-ottobre-ore-16-piazza-dante-a-grosseto/

(65)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Lo STATO non può pagare “persone arrestate”!!!!

By carlaruocco

Ricordate che qualche giorno fa ho fatto un post su una cosa sconcertante??

Ve ne rammento: il post si occupava del fatto che lo Stato paga uno stipendio di 97 mila euro l’anno ad un ex deputato arrestato per corruzione lasciando invece alla fame famiglie,imprese e giovani!!
E’ stato un grande spunto per presentare un’interrogazione parlamentare.

Vi giro il link…condividete e ditemi che ne pensate!!

Buon weekend a tutti!!

FONTE:: http://carlaruocco.com/2014/10/24/lo-stato-non-puo-pagare-persone-arrestate/

(46)

Condividere e' gioia...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone